Recensione LP Lepai 838


Un saluto a tutti i lettori, e bentornati con una nuova recensione!

Una recensione di un prodotto che negli ultimi tempi sta ottenendo molto riscontro: si tratta dell'amplificatore Lepai 838.

Dunque, senz'altro all'occhio si presenta bene: una scocca interamente in alluminio per garantire il raffreddamento, tre potenziometri per l'equalizzazione del suono per quanto riguarda i woofer, mentre un regolatore di potenza per il subwoofer.

Personalmente ho acquistato questo prodotto due mesi fa, è arrivato direttamente da Hong Kong per un prezzo totale di €11,00 e, dopo la lunga attesa per il trasporto, ho potuto finalmente provare come si comporta.

Inizialmente l'amplificatore, collegato a due casse da 15W 4ohm+ un due subwoofer da 45W 8ohm, è riuscito davvero a sorprendermi: i bassi sono perfetti, potenti e profondi. Lo stesso anche per i due woofer, con leggere distorsioni nel caso dei bassi impostati al massimo e volume al 100%.

Attualmente lo sto provando da un mese, e purtroppo si stanno già verificando i primi problemi. Da subito ho notato che quando lavora a volume alto per 20-30 minuti senza interruzione si scalda in maniera eccessiva, ma il vero problema si è presentato dopo un po' di utilizzo intenso: il suono in uscita risulta essere disturbato da un fruscio di fondo, che si nota tuttavia solamente a volume basso, data l'intensità davvero limitata del disturbo.

Questo per quanto riguarda il mio caso, altri invece segnalano che l'uscita del superbass ha smesso di funzionare dopo qualche mese di utilizzo; ad altri ancora invece non funziona più nulla, sempre e comunque dopo poco tempo dall'acquisto.

Che dire, se intendete acquistarlo per farne un utilizzo modesto, limitato a poche ore di utilizzo posso consigliarvelo; in caso contrario, sappiate che dopo un po' di utilizzo potrebbe darvi dei problemi, forse causati dalla scarsa qualità dei componenti.

In ogni caso, risulta essere comunque qualcosa di estremamente economico, è proprio per questo che si può parlare di un buon rapporto qualità/prezzo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*